Google vs Cina. Abbandono di BigG. Chi vince veramente?

La guerra tra Google e la Cina, o meglio con il governo della Repubblica Popolare Cinese, va avanti da un pò ed è ormai arrivato ai ferri corti. Dopo gli attacchi da parte di hacker cinesi nei confronti di GMail, che secondo BigG sono stati effettuati su mandato dello stesso governo nei confronti dei dissidenti locali che cercavano di difendere i diritti umani, e l’eliminazione delle censure da parte di Google, si arriva ora a quello che potrebbe essere l’ultimo atto della storia.

La novità del giorno è quella che il gigante di Mountain View sarebbe pronto a lasciare la Cina, chiudendo innanzitutto il motore di ricerca. Tale operazione, che secondo i ben informati dovrebbe essere eseguita ufficialmente il 10 Aprile 2010, è stata annunciata da diversi media cinesi, rimbalzando poi su diverse agenzie di stampa internazionali. Sempre secondo gi addetti del settore, Google manterrebbe attivo in Cina una parte del settore sviluppo e ricerca, gli uffici che curano l’advertising, i servizi di telefonia (Google Voice), Google Answers ed i servizi relativi al browser (Google Chrome).

Quello che succederà veramente è da vedere, però nonostante la potenza di Google, per l’azienda sembra comunque una sconfitta e tutto ciò appare come l’ennesima vittoria e l’ennesima azione, anche se inderetta, di censura da parte del governo della Repubblica Popolare Cinese.

2 ricordi 2 pensieri

Oggi sono 20 anni dalla protesta di piazza Tian’anmen (massacro è un termine più adatto sicuramente). Qualche giorno fa la Cina ha pensato bene di bloccare quanti più mezzi di comunicazione possibile.

In Italia propongono anche di controllare Internet. Controllano l’informazione. Non diventiamo come loro.

Lo stesso giorno, ma di 5 anni più tardi, si spegneva uno dei più grandi attori che ho potuto vedere in vita mia, Massimo Troisi. In Italia c’è stato e sicuramente c’è ancora qualcosa di buono.

Il medagliere olimpico sulle mappe di Google

Dopo la mappa interattiva del medagliere olimpico nella storia delle olimpiadi moderne, vi propongo oggi un altro medagliere realizzato sempre sulle mappe terrestri e questa volta proposto da Google.

La mappa Giochi di Pechino 2008 offerta da Google Maps aggiorna interattivamente il medagliere quando vi spostate di zona, inoltre vi seleziona il luogo in base agli eventi o allo stadio.

Infine è possibile incorporare, come ho fatto io in questo post (l’ho ridotta volutamente per evitare di modificare il layout), la mappa nelle proprie pagine web.

Olimpiadi Giorno 4: gli Azzurri

Quarta giornata ieri per le Olimpiadi di Pechino 2008, soddisfazioni dal tiro a volo con Francesco D’Aniello che ha conquistato la medaglia d’argento nel double trap. 187 i piattelli colpiti in totale, dopo aver condotto una buona brova nella fase preliminare finendo secondo con 141 piattelli.

Questi gli risultati degli altri azzurri nella quarta giornata dei Giochi di Pechino:

Canoa Kayak:

  • Daniele Molmenti ha concluso la gara di K1 slalom al 10° posto (230.93).

Judo:

  • Giuseppe Maddaloni ha superato il primo turno battendo il portoricano Brenes per Yuko(2).Nel secondo incontro è stato battuito dall’olandese Guillame Elmont per Ippon. Ai ripescaggi, poi, è stato sconfitto dal mongolo Nyamkhuu Damdinsuren (Ipp).

Nuoto:

  • Federica Pellegrini ha vinto la sua semifinale con 1’57”23 un risultato che la posiziona al terzo posto nella classifica di accesso alla finale dietro la slovena Isakovic (1’56:50) e la statunitense Hoff (1’57”01).
  • Nelle batterie dei 100 sl maschili Filippo Magnini, terzo (48″30), è entrato in semifinale con il 10° tempo mentre Christian Galenda con 48″55 è il sedicesimo.
  • Paola Cavallino nei 200 farfalla ha ottenuto il 5° (2’10″46) non sufficiente il turno successivo.
  • Record olimpico e italiano per Paolo Bossini, vincitore della batteria dei 200 rana con 2’08″98 (R.I. p.p. 2’10″87). Il suo primato olimpico però è durato  due sole batterie migliorato poi dall’ungherse Gyurta (2’08″68). Anche Loris Facci ha ottenuto un buon tempo nella stessa specialità (2’09″129. Bossini e Facci entrano in semifinale con il secondo e terzo miglior tempo.
  • La staffetta 4×200 sl (Cassio, Belotti, Brembilla, Rosolino) ha stabilito il nuovo primato italiano ed europeo con 7’07″84 (p.p. RI. RE. 7’09″60) e accede alla finale.

Pallanuoto:

  • La nazionale maschile è stata superata dagli Stati Uniti 11-12 nel girone B.

Pallavolo:

  • Prima battuta di arresto della squadra maschile superata dagli Stati Uniti 3-1 (24-26;25-22;25-15;25-21).

Pesi:

  • Giorgio De Luca nella categoria kg 69 è uscito dalla gara dopo tre alzate nulle.

Pugilato:

  • Vincenzo Picardi (51 kg) nel primo turno ha battuto Cassius Chiyanika (ZAM) ai punti (10-3).

Scherma:

  • Aldo Montano è stato eliminato nella sciabola al secondo turno dallo spagnolo Jorge Pina che, aveva già eliminato al primo turno Diego Occhiuzzi (15-9). Lo scontro  è stato vinto dallo spagnolo 15-14.
  • Luigi Tarantino ha battuto il brasiliano Renzo Agresta (15-8) e il francese Boris Sanson (15-7). Negli ottavi poi è stato eliminato dal cinse Zhong Man 13-15.

Sport equestri:

  • L’Italia ha concluso la prova a squadre di completo al 6° posto (246,40).
  • Nell’ultima prova di salto ostacoli Vittoria Panizzon (su Rock Model) si è classificata al 17° posto, Susanna Bordone (su Ava) al 26°, entrambe qualificate nella finale individuale dove hanno chiuso rispettivamente al 15° e al 22° posto. Hanno contribuito al risultato di squdra Roberto Rotatori (su Irham de Vauiges) 30°, Stefano Brecciaroli (su Cappa Hill) 41°, Fabio Magni (su Sothern King V) 42°.

Tennis:

  • Francesca Schiavone ha superato nel secondo turno la n.8 del tabellone la polacca Agnieszka Radwanska (6-3; 7-6).
  • Tomas Berdych (CZE)ha battuto Andreas Seppi in due set (6-2; 7-6/6).
  • Nel torneo di doppio le russe Kuznetsova/Safina hanno battuto in tre set (6-1;3-6;7-5) la coppia Santangelo Vinci.
  • Passano il turno Pennetta e Schiavone che hanno superato le australiane Dellacqua/ Molik (6-4;6-4).

Tiro a segno:

  • Francesco Bruno ha terminato la gara di pistola a 50 metri con il punteggio di 9.233 classificandosi 19°, Vigilio Fait con 9.183 è risultato 28°.

Tiro a volo:

  • Francesco D’Aniello, dopo i tre turni di qualificazione, è entrato in finale con il secondo punteggio 141, dietro lo statunitense Heller.
  • Daniele Di Spigno con  135 si è classificato al 10° posto ma non entra in finale.

Tiro con l’arco:

  • E’ stata eliminata Maria Pia Lionetti, superata al primo turno, dalla francese Schuh (107-112). Natalia Valeeva  ha battuto nel primo incontro Anastassiya  Bannova (KAZ) per 107 a 105 ma ha perso dalla coreana Joo Hyun Jung 110 a 108. Elena Tonetta ha perso allo spareggio contro la colombiana Anna Maria Renon dopo aver totalizzato 106 pari ha perso 10-9 nello scontro supplementare.

Vela:

  • Esordio promettente quello di Diego Romero che nelle prime due regate della classe Laser ha collezione un  setso e un terzo posto che pone al secondo posto in classifica.
  • Più difficile la navigazione di Alessandra Sensini (RS:X) resta quarta in classifica dopo due reate in “altalena” (9-1).
  • Salgono invece al quarto posto Gabri Zandonà e Andrea Trani (470 U) in entrambe settimi nelle due regate di oggi.
  • Restano quinte, invece, Giulia Conti e Giovanna Micol (470 D) ma migliorano i piazzamenti parziali (6-3).
  • Fabia Heidegger è 15° dopo quattro prove (oggi 8-17).
  • Larissa Nieverov (Laser Radial) è diciassettesima dopo le le ultime regate (17-15).

Olimpiadi Giorno 3: gli Azzurri

Si è svolta ieri la terza giornata delle olimpiadi di Pechino 2008, ed è stata una giornata di conferma per l’ottimo momento della nazionale Italiana.
Giulia Quintavalle conquista la medaglia d’oro nel Judo, nella categoria 57 kg, battendo in finale l’olandese Deborah Gravenstijn. E’ la prima volta che nel judo femminile l’Italia ottiene una vittoria olimpica.
Nella scherma l’Italia si conferma padrona, Valentina Vezzali ha conquistato per la terza volta, dopo Sidney 2000 e Atene 2004, l’oro olimpico nel fioretto battendo la coreana Hyunhee Nam 6-5. In semifinale la Vezzali aveva battuto la connazionale Margherita Granbassi, che a sua volta, nella disputa per la medaglia di bronzo, ha battuto l’altra Italiana Giovanna Trillini con il punteggio di 15-12.
Nella prova a squadre del tiro con l’arco Ilario Di Buò, Marco Galiazzo, Mauro Nespoli hanno vinto la medaglia argento. I tre Italiani sono stati sconfitti in finale dalla Corea del Sud per 227-225.

I risultati degli altri azzurri nella terza giornata dei Giochi di Pechino:

Canoa Kayak:

  • Daniele Molmenti ha disputato una buona gara di slalom, l’azzurro è entrato in semifinale con il terzo miglior tempo.

Canottaggio:

  • Gabriella Bascelli nel singolo ha concluso i quarti di finale al terzo posto qualificandosi per il turno successivo.

Nuoto:

  • Federica Pellegrini e’ arrivata quinta nela finale dei 400 stile libero con il tempo di 4’04″56.
  • Quarto posto per la staffetta maschile 4×100 stile libero (Belotti, Calvi, Galenda e Magnini)  con il tempo di 3’11″48 (nuovo record italiano).
  • Brembilla, quarto nella sua batteria in semifinale, è fuori dalla finale dei 200 stile libero.
  • Di Tora e’ stato eliminato in semifinale nei 100 metri dorso.

Pallanuoto:

  • Nel giorne A femminile l’Italia ha battuto la Russia per 9-8.

Pallavolo:

  • La Nazionale femminile ha sconfitto il Kazakistan per 3-0. Questi i parziali: 25-19, 25-15, 25-21.

Pugilato:

  • Nella categoria 57 kg Alessio Di Savino è stato battuto dallo statunitense Ravnell William ai punti (9-1).
  • Domenico Valentino (60 kg) ha invece vinto ai trentaduesimi contro Tar Tamsamsamani per 15-4.


Sport Equestri
:

  • Rotatori 62.80 (diciassettesimo), Bordone 66.60 (ventunesima), Panizzon 69 (venticinquesima), Brecciaroli 112 (quarantaseisemo) e Magni 119.60 (cinquantesimo).
  • L’Italia chiude con 198.40 la prova di cross country ed è quarta dietro a Germania, Australia e Gran Bretagna.

Tennis:

  • Starace e’ stato sconfitto da Nadal in tre set (6-2, 3-6, 6-2).
  • Andreas Seppi ha battuto lo spagnolo Tommy Robredo nel terzo set al tie-break (6-4, 4-6, 8-6).
  • Mara Santangelo è stata eliminata dalla russa Safina per 6-3, 7-6.
  • Fuori anche Bolelli, battuto dal rumeno Hamescu (7-3, 3-6, 6-4).
  • Nel doppio Federer/Bawrinka (SUI) hanno nbattuto Bolelli/Seppi 7-5;6-1.
  • Nel tabellone femminile Flavia Pennetta ha perso dalla estone Kaia Kanepi (6-2;7-6).

Tiro a Segno:

  • Campriani e De Nicolo mancano l’accesso alla finale, classificandosi rispettivamente 12°e 20.


Tiro a volo
:

  • La Gelisio ha chiuso al settimo posto la prova di trap.

Vela:

  • Dopo la terza giornata di regate i fratelli Sibello nella classe 49er occupano il terzo posto (oggi 1-6-9).
  • Debutto tranquillo per Alessandra Sensini che nelle prime due regate della tavola RS:X è quarta in classifica (6-2).
  • Nella stessa classe maschile Fabian Heidegger è 15°(14-12).
  • Gabrio Zandonà e Andrea Trani nel 470 sono sesti dopo le prime due prove (10-4).
  • Giulia Conti e Giovanna Micol, sempre nella stessa classe, si trovano in undicesima posizione (16-7).
  • Chiara Calligaris, Francesca Scognamillo, Giulia Pignolo nella Yngling restano al 15° posto (8-9).

Olimpiadi Giorno 2: gli Azzurri

Seconda giornata terminata per gli azzurri alle Olimpiadi di Pechino 2008, ottimi i risultati degli Italiani in gara, oltre all’oro di Tagliariol, Giovanni Pellielo ha vinto un argento nel trap di tiro a volo mentre Tatiana Guderzo ha avuto un bronzo nel ciclismo su strada. Risultati che collocano la nazionale italiana al quarto posto nel medagliere.
Ottimo anche l’esordio della nazionale di pallavolo che ha battuto il Giappone 3-1 (25-19; 25-18; 23-25; 25-17 i parziali).
Invece per il calcio la nazionale di Pierluigi Casiraghi ha vinto con la Corea 3-0, le tre reti sono state messe a segno da Rossi, Rocchi e Montolivo. Questa vittoria qualifica matematicamente gli azzurri per i quarti di finale.
Notevole nel nuoto il record olimpico e quindi la qualificazione in finale per Federica Pellegrini nei 400 stile libero con il tempo di 4’02″19.

Questi gli risultati degli altri azzurri nella seconda giornata dei Giochi di Pechino:

Canottaggio:

  • La coppia composta da Elia Luini e Marcello Miani si e’ qualificata per la semifinale del doppio pesi leggeri. I due azzurri hanno chiuso al primo posto la seconda batteria con il tempo di 6’16″16, davanti alla coppia cinese formata da Zhang e Sun.
  • Il 4 senza P.L. con Amarante, Amitrano Mascarenhas, Vlcek si sono qualificati alla semifinale con il 3° posto in batteria.
  • Il 4 di coppia di Agammennoni , Galtarossa, Raineri e  Venier, secondi in qualifica, accedono alla semifinali.

Ginnastica:

  • L’Italia è decima con 231,275 punti nella rotazione a squadre e migliora di un posto la classifica dell’unica altra partecipazione olimpica a Sydney 2000.
  • Ha conquistato la finale individuale Carlotta Giovannini, sesta nel volteggio con 15,137 punti.
  • Vanessa Ferrari entra nel concorso generale con il 16° posto insieme a Lia Parolari  che occupa la 18° posizione.

Judo:

  • Giovanni Casale e’ stato sconfitto dal nordcoreano Chol Min Pak nel secondo incontro dei preliminari della categoria 66 kg. Ora affrontera’ il tabellone dei ripescaggi. Nel primo turno Giovanni Casale aveva battuto per yppon il cileno Felipe Novoa e ora incontrera’ Pak Ciol Min (Corea del Nord). Nei ripescaggi poi è giunto ad un passo dalle finali per il terzo posto ma il russo Alim Gadanov gli ha sbarrato la strada con un yppon.

Nuoto:

  • Nei 400 misti Alessio Boggiatto ha chiuso la finale al quarto posto in 4’12″16, seguito da Luca Marin, quinto in 4″12″47.
  • Alessia Filippi quinta nei 400 misti con il tempo di 4’34″34.
  • Ilaria Bianchi non ha centrato la finale nei 100 farfalla, chiudendo la sua batteria in ottava posizione con il tempo di 1’01″98.
  • Nelle batterie della seconda giornata Romina Armellini non si è qualificata nei 100 dorso nonostante abbia ottenuto il nuovo primatao personale 1’02″21 (26° posto).
  • Anche Massimiliano Rosolino (28°) nei 200 sl è stato eliminato dopo aver fatto registrare 1’48″76.
  • Accede alle semifinali invece Emiliano Brembilla con 9° tempo 1’47″04.
  • Roberta Panara (22° posto) nei 100 rana, pur migliorando il suo personale (1’08″90) non si è qualificata.
  • Stessa sorte per Damiano Lestingi, 18° nei 100 dorso (54″78 nuovo p.p.), non accede al turno succesivo.
  • Record italiano migliorato nella staffetta 4×100 sl maschile. Il 3’12″65 di Calvi, Galenda, Santucci, Magnini vale il quarto posto e l’accesso alla finale.

Pallanuoto:

  • La nazionale italiana ha perso l’incontro d’esordio contro la Croazia 7-11. (Il Settebbelllo non esiste più ormai)

Pesi:

  • Vito Dellino si è classificato al sesto posto nel gruppo B. L’azzurro, che in totale ha alzato kg. 247, dopo la disputa del gruppo A si posizionerà in classifica generale.


Scherma
: Confalonieri e’ stato eliminato ai quarti dallo spagnolo Abajo per 14-13 (lo stesso Abajo ha perso in semifinale poi con Tagliariol), mentre Rota e’ uscito al primo turno.

Sport Equestri:

  • L’Italia è quinta nel concorso a squadre con 127,40 punti penalità dopo la prova di dressage concorso completo.
  • Susanna Bordone, su Ava, ha chiuso all’ottavo posto. L’azzurra ha ottenuto un punteggio di 37,80 punti penalità.
  • Roberto Rotatori, su Irham de Viages, e’ dodicesimo con 40 punti penalità.
  • Fabio Magni, su Southern King V, e’ trentunesimo con 49,60.
  • Stefano Brecciraoli, su Cappa Hill, trentatreesimo con 50.
  • Vittoria Panizzon, su Rock Model, trentacinquesima con 50,60.

Tennis:

  • Francesca Schiavone ha superato il primo turno del torneo femminile, battendo l’uzbeka Akqul Amanmuradova col punteggio di 6-4, 6-2.
  • Sara Errani e’ stata eliminata dall’australiana Strosur, 6-3, 6-2.

Tiro a Segno:

  • Niente finale per Maura Genovesi nella pistola 10 metri. L’azzurra ha chiuso le quattro serie di qualificazione con 378 punti, piazzandosi in ventottesima posizione.


Tiro con l’arco
:

  • La squadra femminile e’ stata eliminata ai quarti di finale dalla Corea (che ha realizzato il record del mondo totalizzando 231 punti). Alle azzurre non sono bastati 217 punti.

Tuffi:

  • Le azzurre Noemi Batki e Francesca Dallapé hanno chiuso al sesto posto, con 296,70 punti, la prova dal trampolino dei 3 metri sincro.

Vela:

  • Piero e Francesco Sibello nelle prime tre regate del 49er si sono posizionati al 2° posto (3-9-1).
  • Nel campo di regata di Quingdao è sceso al 14° posto (11°).
  • Giorgio Poggi nella classe Finn (14-21).
  • Restano al 15° posto, dopo le due regate odierne, Chiara Calligaris, Francesca Scognamillo, Giulia Pignolo nella classe Yngling.

Primo Oro per l’Italia: Tagliariol vince nella Scherma

Dopo l’ottima mattinata con l’argento di  Giovanni Pellielo nel Tiro a Volo ed il bronzo di Tatiana Guderzo nel Ciclismo su Strada, è arrivato oggi pomeriggio il primo ora grazie a Matteo Tagliariol.
Per Tagliarol primo posto nella spada, ottenuto nella finale contro il francese Fabrice Jannette con il punteggio di 15-9. Doppia gioia per il popolo della scherma poichè nella spada il massimo titolo olimpico mancava da ben 48 anni (all’epoca l’oro lo vinse Giuseppe Delfino). Tagliarol, dopo una partenza un attimino a rilento , ha dominato la finale n, passando in vantaggio e mantenendo sempre il controllo sull’avversario.

L’azzurro era arrivato in finale dopo aver battuto in semifinale con il punteggio di 15 a 12 lo spagnolo Abajo.

Auguri a Tagliariol e Auguri alla Nazionale Italiana!

Olimpiadi Giorno 1: il Riassunto

Ben 23 medaglie già assegnate il primo giorno delle olimpiadi, Cina in testa con due ori seguita dagli Stati Uniti con un oro, un argento e uno bronzo, terzo posto momentaneo per la Corea del Sud con un oro e un argento. Hanno già una medaglia d’oro anche Repubblica Ceca, Spagna e Romania.
L’Italia è al momento al settimo posto a pari merito con altre quattro nazioni che hanno conquistato un argento.

Queste le medaglie assegnate oggi per specialità:
Ciclismo – Individuale su Strada – Maschile

  1. Samuel Sánchez (ESP)
  2. Davide Rebellin (ITA)
  3. Fabian Cancellara (SUI)

Judo – 60 Kg – Femminile

  1. Alina Alexandra Dumitru (ROU)
  2. Yanet Bermoy (CUB)
  3. Paula Belen Pareto (ARG) e Tani Ryoko (JPN)

Tiro – 10m Pistola ad aria compressa – Maschile

  1. Wei Pang (CHN)
  2. Jong Oh Jin (KOR)
  3. Jong Su Kim (PRK)

Tiro – 10 m Carabina ad aria compressa – Femminile

  1. Katerina Emmons (CZE)
  2. Lyubov Galkina (RUS)
  3. Snjezana Pejcic (CRO)

Sollevamento pesi – 48 kg – Femminile

  1. Xiexia Chen (CHN)
  2. Sibel Ozkan (TUR)
  3. Wei Ling Chen (TPE)

Scherma – Sciabola – Femminile

  1. Mariel Zagunis (USA)
  2. Sada Jacobson (USA)
  3. Angelica Ward (USA)

Judo – 60 Kg – Maschile

  1. Minho Choi (KOR)
  2. Ludwig Paischer (AUT)
  3. Ruben Houkes (NED) e Rishod Sobirov(UZB)

Olimpiadi 2008: La cerimonia d’apertura

Si sono aperte ieri ufficialmente le ventinovesime Olimpiadi Moderne, che si terranno a Pechino fino al 24 Agosto 2008. I Giochi sono stati dichiarati ufficialmente aperti alle ore 08:08 del giorno 08/08/08 (fuso orario cinese), quindi non è stato lasciato nulla al caso, anche perché secondo alcune credenze cinesi il numero 8 è il numero della fortuna. E proprio a proposito di fortuna, le mascotte ufficiali sono ben cinque Fuwa,le famose bambole della fortuna cinesi.

Molte le emozioni ieri per le 204 nazioni partecipanti a questi giochi olimpici estivi, uno spettacolo inaugurale all’insegna dell’alta tecnologia e delle coreografie stupende. Circa 160.000 persone tra atleti e spettatori per non parlare dei telespettatori, solo in Cina oltre un milione di ascoltatori), tante le presenze importanti, moltissimi VIP e capi di stato, tra cui George Bush, Vladimir Putin e Nicolas Sarkozy , mentre per l’Italia era presente Franco Frattini.

La cerimonia nel complesso  è durata circa 4 ore, iniziata alle 14.00 circa (ora cinese), si è aperta con lo sparo di fuochi d’artificio sincronizzati nello stadio e all’esterno per le vie della città Pechino. Mentre all’interno dello stadio tramite dei led luminosi vengono riprodotti i cerchi olimpici. Fa seguito l’inno nazionale Cinese con tutti gli spettatori in piedi. Seguono circa 45 minuti di ricorso storico in cui le coreografie studiate nei minimi dettagli si fondono con la musica tipica cinese per raccontare le evoluzioni nel corso dei secoli, durante questa ricostruzione si ripercorre la via della seta, segue poi il momento in cui sono protagoniste le donne e termina infine con circa 4000 persone che rappresentano tecnologicamente lo stadio.
Sulle note di You and Me, canzone ufficiale delle olimpiadi, cantata dalla soprano Inglese Sarah Brightman e dal cinese Liu Huan, un gigantesco globo terreste fluttua al centro dello stadio.

Dopo questo momento iniziano le sfilate delle squadre, con in testa la Grecia che ha ospitato le ultime olimpiadi ed effettua così un passaggio di consegne, Taiwan per alcune vicissitudini passate  ha sfilato con il nome di Taipei Cinese, in testa agli Stati Uniti c’è stato come portabandiera il profugo del Darfur Lopez Lomong, per i padroni di casa il portabandiera è stato il cestista della NBA Yao Ming, infine per l’Italia portabandiera è stato il canoista Antonio Rossi.

Subito dopo il ringraziamento di Jacques Roges presidente del Cio e del discorso d’apertura del presidente della Cina Hu Jintao si è assistito all’inno delle olimpiadi e al giuramento olimpico.

Infine entra nello stadio la torcia olimpica che viene trasportata dagli ultimi otto tedofori verso il braciere, ad accendere il fuoco olimpico sarà Li Ning che con un sistema di fili alquanto ingegnoso viene elevato verso il cielo e corre a 50 metri dal suolo sullo sfondo di un ideale tappeto.

A dir poco suggestivo e come sempre emozionante.

Purtroppo però le polemiche sono già state tante e anche gli accaduti, purtroppo ieri un turista degli stati uniti, parente del CT della Nazionale di Volley USA, è stato ucciso da un cinese che si è poi suicidato.

Vabbè bando alle ciance, oggi inizia l’avventura Italiana, il CONI ha creato un apposito sito e vi invita a sostenerli!

Sostieni lItalia ai Giochi Olimpici di Pechino 2008

Sostieni l'Italia ai Giochi Olimpici di Pechino 2008

Se volete vedere qualche foto dell’evento vi consiglio la foto-cronaca di Blogosfere.