No Desigual

10 motivi per non acquistare Desigual

Nell’arco degli ultimi due mesi mi sono imbattuto in diverse vicissitudini che hanno visto protagonista me ed il marchio Desigual, la ormai ben nota azienda di abbigliamento spagnola che tanto piace ai giovani di oggi grazie anche alle produzioni estrose che realizza (io non rientro nei giovani sia chiaro, ma in quelli a cui piacciono le cose strane), che alla fine mi hanno spinto ad elaborare questa lista in cui sono elencati 10 motivi per non acquistare più da Desigual.
No Desigual

  1. La disponibilità dei prodotti sul sito Desigual non è corretta.
    Nonostante sul sito Desigual i prodotti risultino presenti, è probabile che invece gli stessi siano terminati, quindi si arriva a portare a termine l’ordine come se tutto fosse andato a buon fine. Viceversa se si fa il controllo di disponibilità della merce nei negozi è possibile che venga segnalata l’assenza della merce mentre invece l’articolo è presente nei punti vendita.
    A me entrambe le cose sono capitate con un ordine del mese di Dicembre 2014, ho ordinato una borsa che risultava disponibile, solo dopo un mese mi è stato segnalato che invece non era disponibile a magazzino, inoltre verificando, il mese successivo, se fosse presente in alcuni store fisici, la stessa borsa risultava non disponibile, però il giorno stesso l’ho vista esposta nel punto vendita.
  2. Desigual annulla gli ordini on line senza comunicarlo.
    Se fate un ordine online sul sito Desigual è possibile che vi venga annullato (e rimborsato) senza alcuna comunicazione. Infatti a me l’unica comunicazione arrivata, per la suddetta borsa, è stata l’email di PayPal che mi comunicava il rimborso della cifra spesa. Probabilmente se avessi pagato con carta di credito ancora non me ne sarei accorto.
  3. Desigual ha prezzi alti.
    Il prezzi dei prodotti Desigual sono mediamente alti, la qualità del prodotto non giustificata assolutamente i costi.
  4. La qualità dei capi Desigual è bassa.
    La qualità dei vestiti, delle magliette, e dei prodotti Desigual in generale è abbastanza bassa, per alcuni tra le peggiori, motivo per cui i prezzi non sono assolutamente giustificati.
  5. Desigual non è così originale come comunemente si crede.
    Visti i due punti successivi molti si chiederanno perchè allora avrei voluto acquistare, ed ho già acquistato, abbigliamento del marchio Desigual. Perchè, a parte le idee spesso estrose, ho sempre pensato che i capi del marchio spagnolo fossero molto originali, salvo poi scoprire che l’azienda è stata già coinvolta in alcuni casi di violazione del diritto d’autore e di copia sistematica di opere altrui. Un caso emblemativo fu già nel 2008, quando Dolores Promesas denunciò Desigual per la creazione di una maglietta identica ad una propria creazione, mentre successivamente anche Custo Barcelona ebbe un contenzioso con Desigual. Insomma non proprio il massimo dell’etica.
  6. Le Spese di Spedizione si pagano sempre.
    Diversamente da tante altre realtà online, nell’e-commerce Desigual si pagano sempre le spese di spedizione, sia se spendete 10 euro che se ne spendete 1.000.
  7. Spese di Reso.
    Ancora peggio, contrariamente a quella che ormai è la comune pressi, per i resi dei prodotti Desigual applica un costo a vostro carico, facendovi così pagare un servizio a cui diversi altri store online ci hanno abituato.
  8. L’Assistenza On Line funziona male.
    Il marchio spagnolo ha un servizio di assistenza su Facebook, che si chiama Desigual SOS, ma che purtroppo funziona male, non è possibile dare seguito ai ticket rispondendo poichè l’applicazione non funziona proprio.
  9. I prodotti Desigual non vengono controllati prima delle spedizioni.
    Prima degli ordini evidentemente Desigual non controlla che la merce sia in buono stato, infatti in uno degli ordini da me effettuato ho ricevuto un paio di jeans senza un bottone.
  10. Desigual ti prende in giro.
    Ad ogni cosa che è andata male il team di Desigual SOS mi ha sempre risposto qualcosa del tipo “fai un altro acquito ed al prossimo acquisto avrai X omaggio”, dove X una volta erano le spese di spedizione, una volta uno sconto irrisorio, una volta addirittura i bottoni dei pantaloni da attaccare io. Insomma ti prendono per il culo, ti trollano, secondo me si divertono anche. Oltre il danno la beffa.

 

 

 

Jennifer Hawkins, Miss Universo 1984, quando restò in perizoma

Qaulche anno fa Jennifer Hawkins, Miss Universo 1984, restò in perizoma durante una sfilata. ultimamente il video è tornato alla ribalta in quanto risulta tra i più cliccati del web.

Buona visione!