Google presenta Chrome Os

Nel giorno in cui la News Corp. di Rupert Murdoch chiede la rimozione da Google News, Big G non resta ferma e presenta il suo nuovo sistema operativo anticipando ogni previsione.

Si chiamerà Google Chrome Os (il progetto invece Chromium Os) quello che è stato momentaneamente presentato a Mountain View solo agli sviluppatori. Per fare capire di cosa si tratti Google (oltre alla presentazione) ha realizzato un video.

Dovrebbe trattarsi di un sistema operativo basato su un kernel Linux, affiancato dai suoi classici componenti come D-Bus e WPA Supplicant, e da i classici servizi com NTP e syslog.
Ad uno strato inferiore ci sarà un firmware personalizzato iin cui oltre al software per il System Recovery, troverà posto il gestore del Fast Boot.
Il server grafico dovrebbe come da tradizione essere un Server X-Window, sopra di esso dovrebbero trovare posto due componenti: il Window Manager e Chromium (progetto su cui si basa il browser Google Chrome), che dovrebbe essere il cuore di tutto il sistema su cui poi, oltre alla visualizzazione delle pagine web e alla gestione delle estensioni, si baseranno le applicazioni web.

Architettura Software di Google Chromium OS

Architettura Software di Google Chromium OS

Nessuna demo ancora pronta per il download, però è già stato reso disponibile il codice sorgente e le istruzioni per la compilazione del sistema operativo e per l’utilizzo da parte degli sviluppatori.

Gli obiettivi di Google sono molteplici, con il suo sistema operativo promette: velocità, l’obiettivo sarà quello di avere un sistema avviato in pochi secondi; semplicità e alto potere computazionale, il tutto all’insegna del cloud computing con i software disponibili direttamente da internet; sicurezza, in quanto i programmi saranno online su un server protetto e ad alta sicurezza.

In questo modo Google si avvicina tra l’altro sempre di più al mondo mobility, affiancando Chrome Os ad Android e cercando così di colpire il duopolio Microsoft Windows / Mac Os X (con piccole fette per Linux) in un mercato ancora nuovo e aperto che in futuro potrebbe segnare la strada del successo.

Vedremo presto cosa accadra, intanto voi fatemi sapere cosa ne pensate!

Microsoft Windows 7 da oggi nei negozi

Chiamato con i nomi in codice “Blackcomb”, “Vienna”, “Seven” o “Sette”, Microsoft Windows 7 arriva oggi nei negozi.

Anticipando sul tempo Linux, Canonical ed Ubuntu 9.10 Karmic Koala, il nuovo sistema operativo di Microsoft promette diverse novità, un costo minore, una maggiore velocità, più leggerezza.
Anticipa sul tempo se stessa, ad un mese dal lancio di Microsoft Azure, quello che sarà il cloud computing di casa Redmond, spianandogli la strada.
Cerca di contrastare il tentativo di ribalta di Apple Mac OS X e di spingere sempre più indietro la minaccia di un possibile sistema operativo di Google.

Come sarà la versione finale? La solita delusione o qualcosa di inaspettatamente positivo? Riuscirà a far dimenticare gli errori fatti con Windows Vista e far tornare vivi i buoni passi fatti con Windows XP?

Due cose su Wolfram|Alpha

Vorrei usare le definizioni di Wikipedia per precisare la differenza tra un motore di ricerca (come Google):

Un sistema esperto è un software che cerca di riprodurre le prestazioni di una o più persone esperte in un determinato campo di attività, ed è un’applicazione o una branca dell’ intelligenza artificiale. I programmi utilizzati dai sistemi esperti sono in grado di porre in atto procedure di inferenza adeguate alla risoluzione di problemi particolarmente complessi, a cui potrebbe, se posto in una dimensione umana, porre rimedio solo un esperto del settore disciplinare in cui rientra la questione da risolvere. Ciò implica che tale sistema possa avvalersi in modo risoluto e autorevole delle istanze inferenziali che soggiacciono al corretto funzionamento del programma, cosicché sia capace di superare le incertezze e le difficoltà su cui volge la propria attività.

ed un sistema esperto (come Wolfram|Alpha):

Un motore di ricerca è un sistema automatico che analizza un insieme di dati spesso da lui stesso raccolti e restituisce un indice dei contenuti disponibili classificandoli in base a formule matematiche che ne indichino il grado di rilevanza data una determinata chiave di ricerca.

E Magari se spesso e volentieri tutta la “gente del Web 2.0” evitasse di fare parole inutili sarebbe anche meglio.

P.S. Non per essere polemico, ma chi si ricorda di Cuil? Chi ha notato che Wikia è morto?

Allarme! Allarme! Google non ha funzionato!

Google non ha funzionato per circa quaranti minuti.

In realtà le ricerche di Google funzionavano, era i link che non andavano.

Ora:

  1. Costava così tanto copiare ed incollare il link riportato nei risultati di ricerca a manina e continuare a navigare come se se niente fosse?
  2. Siete davvero così dipendenti da Google che gli permettete di decidere per voi?
  3. Dalla blogosfera mi sarei aspettato meno allarmismo e più “tecnicità”.

Google non è infallibile in niente, nè dal punto di vista tecnico, nè da quello morale etc etc, resta il mio motore preferito, resta per me il minore tra i mali. Ma come tutti i mali ha bisogno almeno di essere controllato.

Google Chrome esce dalla Beta

Annunciata sul sito ufficiale la release stabile di Google Chrome.

Da Big G assicurano di aver raggiunto il livello di stabilità, velocità e sicurezza che si erano prefissati.
Sono state preannunciate anche alcune funzionalità che arriveranno in futuro come il framework per le estensioni e la funzione di compilazione automatico.

Una piccola nota mia, volevo far notare che GMail dopo anni ha ancora l’etichetta beta li nel logo, se la saranno dimenticata?

[via Google Italia Blog]

Arriva Google Friend Connect

Google Friend Connect

Non so se voi lo sapevate, ma Google ha lanciato Google Friend Connect, un nuovo servizio che mira ad essere un aggregatore di persone, siti e blog, arricchire il sito web e aumentare il traffico dei visitatori.

Sul servizio è possibile associare diversi account di altri siti sociali e social network, al momento Google, Orkut e Plaxo, ma in futuro qualsiasi siti abilitato ad OpenID e/o OpenSocial API:

Mi soon appena registrato, senza ben capire bene come funziona, vedte di lato il widget principale del servizio ma ne sono disponibili molto altri.

Mi riprometto di tornare presto a scrivere sul servizio meglio, intanto vi lascio il video dimostrativo!