Auguri a Google per i primi 10 anni di vita

Esattamente dieci anni fa, il 7 settembre 1998, Larry Page e Sergey Brin fondarono Google Inc.
L’idea all’epoca era quella di avere un motore di ricerca (motore che in realtà nasce nel 1996) che fornisse dei risultati migliori degli altri competitor di quel periodo, oggi quell’idea è diventata una realtà consolidata, con circa 20000 impiegati ed un valore di mercato di 150 miliardi di dollari.

Google non è più soltanto un (forse il migliore) motore di ricerca, oggi è il modello di advertising di maggior successo, è un integratore di sistemi di comunicazione come GMail e Jaiku, fornisce una completa piattaforma da ufficio con Google Docs, ha una piattaforma di blogging come Blogger che è tra le più affermate, infine da qualche giorno ha anche il proprio browser con Google Chrome.

Matura ogni anno, portando con se esperienza e successi ogni anno, mi sono divertito a fare una lista degli eventi più importanti di Google in questi loro dieci anni:

  • 1998 Viene fondata la Google Inc..
  • 1998 Google ha indicizzato 60 milioni di pagine web.
  • 1999 Google Inc. si sposta nella sede di Mountain View, in quella oggi conosciuto come Googleplex.
  • 2000 Google inizia a vendere pubblicità online, associando gli ads alle keywords.
  • 2001 Arriva Google Image Search (Google Ricerca Immagini).
  • 2001 acquisisce Deja, azienda sviluppatrice di Deja News, servizio specializzato nelle reti Usenet, lo trasformerà in seguito in Google Groups.
  • 2001 inizia lo sviluppo di Google News.
  • 2001 Larry Page viene indicato come inventore del Page Rank nel brevetto rilasciato alla Stanford University.
  • 2001 acquisisce Outride, all’epoca sviluppava un servizio specializzato nelle ricerche e nelle home page personalizzate, lo trasformerà in seguito in Ricerche Personalizzate di Googlee iGoogle.
  • 2003 Microsoft si interessa a Google per una possibile partnership.
  • 2003 acquisisce Pyra Labs e Genius Labs, aziende sviluppatrici della piattaforma Blogger, Google manterrà il nome orginale del software.
  • 2003 acquisisce Neotonic Software, i suoi servizi saranno intregrati in Google Groups e GMail.
  • 2003 acquisisce Applied Semantics e Sprinks, i cui servizi saranno integrati in AdSense e AdWords.
  • 2004 Google Inc. viene quotata in borsa.
  • 2004 acquista Baidu, il più frequentato motore di ricerca Cinese.
  • 2004 lancia Orkut, il proprio Social Network.
  • 2004 acquista Picasa, manterrà lo stesso nome al software, lancerà il servizio web PicasaWeb basato su di esso ed inoltre lo integrerà in Blogger.
  • 2004 acquista Keyhole e Where2, il primo produceva il software predecessore di Google Earth, mentre il secondo ha fornito i servizi necessari allo sviluppo di Google Maps.
  • 2005 Con l’acquisizione di Urchin Software Corporation, da il via a Google Analytics.
  • 2005 lancia Google Video.
  • 2005 lancia iGoogle.
  • 2005 viene annunciato Google Maps.
  • 2005 viene annunciato Google Moon.
  • 2005 acquista Phatbits, con le sue tecnologie realizza Google Desktop.
  • 2005 lancia Google Web Accelerator.
  • 2006 Con l’acquisto di dMarc Broadcasting, Google potenzia ancora AdSense.
  • 2006 potenzia Google Analytics con le tecnologie provenienti dall’acquisto di Measure Map.
  • 2006 acquisisce Upstartle e getta le basi per Google Docs creando il word processor online.
  • 2006 Arriva la grafica 3D con l’acquisto di @Last Software che porta a Google il software Sketchup.
  • 2006 lancia Google Calendar
  • 2006 acquista 2Web Technologies e in Google Docs arrivano anche i fogli di calcolo.
  • 2006 L’acquisto di Youtube porta i video in Google, che oltre ad espandere il già presente Google Video, rilancia il marchio Youtube.
  • 2006 Google News esce dalla fase beta.
  • 2007 acquisisce JotSpot e lancia Google Sites.
  • 2007 con il rilascio di Google Street View potenzia Google Maps.
  • 2007 L’acquisto di Tonic Systems e Zenter completa Google Docs con le presentazioni.
  • 2007 acquista Marratech, grazie a questa operazione in seguoti produrrà Google Talk.
  • 2007 L’acquisto di GreenBorder da parte di Google è il primo passo verso Google Chrome.
  • 2007 Viene acquistato Panoramio e con esso arriva la geolocalizzazione delle foto.
  • 2007 L’acquisto di FeedBurner farà si che Google ottenga oltre allo stesso marchio la distribuzione degli RSS, anche il software Google Reader.
  • 2007 l’acquisto di Jaiku fa entrare Google nel microblogging e lifestreaming.
  • 2007 viene annunciato Google Sky.
  • 2007 lancia Google Gears.
  • 2008 acquista DoubleClick, diventando di fatto il primo distributore di pubblicità in Internet.
  • 2008 lancia Google Lively, un ambiente virtuale per comunità (un pò come Second Life).
  • 2008 lancia Google Chrome entrando nella guerra dei Browser.

Auguri di una buona continuazione!

FeedBurner: Infiammiamo gli RSS

Ho già implementato nel blog FeedBurner, giusto per farci un’idea vediamo cos’è e come si usa.

Cos’è FeedBurner

FeedBurner è un servizio integrato di gestione dei Feed RSS per i siti web e i blog. E’ un servizio nato nel 2003 e che conta oggi circa 900.000 feed gestiti di circa 540.000 utenti.

Lo scopo principale di FeedBurner è gestire, ottimizzare e distribuire i Feed RSS.
Tra i servizi messi a disposizione da FeedBurner ci sono:

  • Creazione del Feed RSS
  • Distribuzione del Feed
  • Statistiche
  • Tracciamento dei lettori
  • Pubblicizzazione

Nel corso del 2007 (a Giugno se non erro) FeedBurner è stata acquistata da Google che estende così i numerosi servizi già presenti tra le proprie file. Circa un mese dopo l’acquisizione i servizi PRO di FeedBurner sono stati resi disponibili gratuitamente aumentando di fatto i servizi disponibili per i propri utenti e rendendolo il leader indiscusso per questo tipo di servizi.

Come usare FeedBurner

1) Innanzitutto bisogna andare nella home page di FeedBurner all’indirizzo http://www.feedburner.com

  • nella casella di testo centrale bisogna inserire l’indirizzo del proprio blog;
  • cliccare su next per continuare.

2) Il secondo passo da fare è impostare nome del blog, indirizzo e account:

  • nella voce Feed Title il titolo del blog;
  • la voce Feed Address è la voce corrispondente all’indirizzo del nuovo feed, la parte iniziale di tale indirizzo sarà sempre http://feeds.feedburner.com/ quindi a noi resta scegliere solo la parte finale ad esempio mettendo ilmioblog come finale dell’indirizzo si avrà l’indirizzo http://feeds.feedburner.com/ilmioblog;
  • cliccare su next per continuare.

3) Il vostro nuovo feed è pronto per l’utilizzo, a questo punto premendo next si arriva nella pagina caratteristiche avanzate.

4) Nell’ultima schermata è possibile abilitare le statistiche avanzate per i click e le statistiche PRO chemostreranno le statistiche per le singole richieste su ogni elemento del feed. Per abilitarlo:

  • Cliccare sull’opzione Clickthroughs
  • Cliccare sull’opzione I Want More
  • Infine cliccare next per terminare.

A questo punto si ha il proprio feed e il minimo abilitato. Vedremo in seguito come inserirlo, segnalarlo e integrarlo nel proprio blog. Naturalmente sapete già che potete segnalare ai vostri utenti l’indirizzo del nuovo feed.

Le opzioni di FeedBurner

FeedBurner è suddiviso in diverse sezioni:

  • Analyze
  • Optimize
  • Publicize
  • Monetize
  • Troubleshootize

Analyze è per i maniaci delle statistiche, mostra il numero di lettori, il grafico dell’andamento, i click ottenuti da ogni elemento del feed, le statistiche totali e qualche altra chicca.

Optimize offre degli strumenti per rendere più appetibile il feed, lo migliora dall’aspetto di vista della grafica, inserimento di link aggiuntivi, aggiungere foto, geotag e quant’altro possa richiamare il maggior numero di utenti possibile.

Publicize racchiude una serie di strumenti per diffondere il proprio feed, un semplice javascript per ripubblicare nelle pagine html i contenuti del proprio feed, una animazione gif per lo stesso scopo, un servizio di ping per la notifica automatica di nuove notizie ai vari aggregatori ed infine una serie di immagin, bottoni ed antipixel da inserire sul proprio blog.

Monetize permette di partecipare mediante richiesta e successiva approvazione al programma pubblicitario di FeedBurner, sicuramente in seguito sarà integrato google adsense.

Troubleshootize è la sezione dedicata alla risoluzione dei problemi.

Per adesso è tutto, ho parlato più del giusto! Ma volevo chiarire soprattutto in me la questione FeedBurner, sicuramente so di non essere stato esaustivo, c’è molto da dire ma tutto si trova in giro!